Ultimi post

vuoto


Cerca nel blog

lunedì 7 novembre 2011

Relazione mercurio omocisteina

Ho tradotto un'articolo che spiega in modo tecnico ma semplice il ruolo dell'omocisteina nell'intossicazione da mercurio, o in generale da metalli pesanti. In italiano attualmente si trovano poche risorse ma in inglese l'argomento è molto conosciuto. Pur avendo pubblicato l'articolo integralmente vorrei che si ponesse l'attenzione sui percorsi di trasformazione dell'omocisteina piuttosto che sull'analisi dei capelli e le metodiche di integrazione di minerali e vitamine. Questo perché le integrazioni in alcuni casi potrebbero essere quantomeno sconvenienti, e perché gli esami dei capelli pur se più affidabili rispetto agli esami del sangue, possono comunque essere di difficile interpretazione anche per i medici più esperti, se non si possiede una panoramica completa della salute e delle abitudini del soggetto intossicato.

Di seguito l'articolo tradotto tratto da http://www.holistic-back-relief.com/mercury-toxicity.html.
Buona lettura!

Tossicità del mercurio

L'avvelenamento da mercurio è una epidemia diffusa che colpisce quasi tutti su questo pianeta, ed è responsabile di molte malattie autoimmuni, malattie neurologiche, diminuzione delle funzionalità cerebrali e malattie renali.

Mercurio atmosferico

La principale fonte di avvelenamento da mercurio è dovuta alle emissioni degli impianti alimentati a carbone. Questo mercurio si diffonde e lo si ritrova nell'aria, nell'acqua, nel suolo e quindi nel cibo. I pesci d'oceano di grandi dimensioni come tonni e pesci spada contengono enormi quantità di mercurio. Mangiare regolarmente pesci di grandi dimensioni dell'oceano aumenta notevolmente il rischio di avvelenamento cronico da mercurio.

Mercurio e vaccinazioni

I vaccini contenenti timerosal sono un'altra tipica causa di avvelenamento da mercurio che può danneggiare sia adulti che bambini. Il timerosal è un conservante utilizzato in molte vaccinazioni per le sue proprietà antibatteriche che si suppone protegga le persone vaccinate da infezioni batteriche.
L'etilmercurio rappresenta il 49,6% del timerosal mentre il resto è tiosalicilato. Nel 1982 la FDA ha concluso che il timerosal è tossico per le cellule e l'ha ritenuto non sicuro per i prodotti farmaceutici da banco. Il timerosal è stato vietato per tutti i vaccini animali nel 1991. Tuttavia nel 1990, sia il vaccino contro l'epatite B, sia il vaccino contro l'emofilia B sono stati aggiunti al programma di vaccinazione raccomandato ai bambini appena nati, aumentando l'esposizione al timerosal per i bambini del 150%.
Sono stati fatti numerosi studi sul rapporto tra l'incremento di utilizzo di vaccini contenenti timerosal nei bambini e l'autismo, da cui sono emerse forti prove a sostegno che il timerosal, e quindi l'etilmercurio, condiziona fortemente lo sviluppo neurologico dei bambini.
Molti studi confermano inoltre un forte legame tra l'aumento dei livelli di mercurio nei tessuti e un maggior rischio di contrarre l'Alzheimer e la demenza.

Disintossicazione da mercurio

Le capacità di disintossicazione dal mercurio variano da persona a persona. Alcuni bambini e adulti hanno attenuata la capacità naturale di disintossicare adeguatamente il corpo dal mercurio.
La principale molecola che consente al corpo di disintossicarsi dal mercurio è il glutatione, seguita dalla metallotioneina, una proteina estremamente importante nei processi di disintossicazione dal mercurio. Alcuni bambini e adulti non sono in grado di produrre correttamente questi vitali prodotti chimici di disintossicazione a causa di carenze nutrizionali di zinco, B6 o rame. Uno squilibrio nel rapporto rame/zinco può interferire con la capacità dello zinco di essere utilizzato dal corpo. Anche l'aumento della domanda di metallotioneina che si lega al rame per contrastare alcuni tipi di tossicità riduce la disponibilità dello stesso rame che non potrà essere utilizzato per le sue altre innumerevoli funzioni. La metallotioneina è composta dal 50% di zinco, rendendo quest'ultimo molto importante per la disintossicazione dal mercurio.

Mercurio e glutatione

Il glutatione è una molecola la cui formazione è basata sui tre seguenti aminoacidi:
  • Cisteina
  • Glicina
  • Glutammato
La maggior parte delle persone riesce ad ottenere in abbondanza glicina e glutammato attraverso il cibo, ma alcune persone hanno una carenza di cisteina. La cisteina è di estrema importanza in quanto contiene all'interno della sua struttura dei gruppi sulfidrilici (tioli) che rendono il glutatione in grado di legarsi a:
  • mercurio
  • sostanze chimiche inquinanti
  • radicali liberi
  • radiazioni UV
  • acetaminofene (paracetamolo n.d.t.)
  • e molte altre sostanze cancerogene
Il glutatione si lega al mercurio, impedendo a quest'ultimo di interagire con le proteine delle cellule, gli enzimi responsabili della produzione di energia e neurotrasmettitori, e altri tessuti. Questi composti formati da glutatione e mercurio sono trasportati verso il fegato per essere escretati attraverso la bile e l'intestino, oppure verso i reni dove vengono eliminati con le urine.
Il glutatione è l'agente principale di disintossicazione del corpo ed è il più potente antiossidante che aiuta a prevenire il cancro causato dalla tossicità del mercurio.
La componente principale necessaria per la produzione di glutatione è la cisteina, come affermato precedentemente. La cisteina è anche il precursore della metallotioneina. Questo rende la cisteina un aminoacido molto richiesto nei processi di disintossicazione da mercurio.

Mercurio e cisteina

La disintossicazione da mercurio richiede adeguate quantità di cisteina, che è derivata dall'omocisteina mediante il ciclo di metilazione. L'omocisteina può essere utilizzata in due modi diversi.
In combinazione con la metilcobalamina (vitamina B12) l'omocisteina si trasformerà in metionina. Quest'ultima è il precursore del SAMe o S-adenosilmetionina. Il SAMe è il principale gruppo metilico donatore del corpo. Un gruppo metilico si collega ai neurotrasmettitori, alle cellule immunitarie, agli anticorpi e a molte altre cellule del corpo col fine di disattivarne la loro funzione principale. Senza un adeguato apporto di SAMe, tutti i tipi di neuroni, cellule immunitarie e cellule nervose funzioneranno senza sosta, causando complicazioni neurologiche e fisiologiche. Senza abbastanza B12 metilcobalamina o acido folico, l'omocisteina non è in grado di formare metionina.
Le donne in gravidanza sono caldamente invitate a prendere ampie dosi di vitamina B12 e acido folico per prevenire difetti del tubo neurale del feto in crescita. Il mercurio in eccesso farà in modo che l'omocisteina sarà utilizzata per la produzione di cisteina, piuttosto che di metionina, perché il corpo interpreta l'eliminazione del mercurio molto più importante della produzione quasi altrettanto importante di SAMe.
L'omocisteina richiede la vitamina B6 piridossale-5-fosfato (P5P) e lo zinco per formare cistationina. Quest'ultima richiede ancora più P5P per formare la cisteina. La cisteina contiene i gruppi tioli o sulfidrilici che rendono il glutatione molto efficace nel legarsi a tossine e mercurio, portandoli fuori dal corpo attraverso il ciclo fegato-bile-intestino o attraverso i reni e le urine.
La cisteina è anche il precursore per la taurina che viene utilizzato in grandi quantità nel cuore e nel sistema nervoso. La taurina è un aminoacido molto calmante che aiuta a regolare il sistema nervoso e a farlo funzionare ad un ritmo lento e costante. Se la cisteina è perlopiù utilizzata per la produzione di glutatione o metallotioneina, non ci sarà cisteina sufficiente per la produzione di taurina. Ciò può portare a malattie cardiache e a stressare il sistema nervoso. La taurina è utilizzata anche nella produzione di bile, che è necessaria per la ripartizione e l'assimilazione dei grassi alimentari, oltre a contribuire a disintossicare il corpo da mercurio e altre tossine.
Il mercurio in eccesso fa in modo che l'omocisteina sia troppo usata nella produzione di cisteina e glutatione o metallotioneina. Questo lascia il corpo privo di taurina e metionina, e quindi di SAMe, che aiuta a regolare e mantenere in ordine il funzionamento di neuroni, nervi e cellule immunitarie. Il mercurio in eccesso può provocare indebolimento del sistema immunitario, disfunzioni cerebrali, e la degenerazione dei nervi periferici che possono causare perdita di sensibilità o parestesie come intorpidimento e formicolio. Anche l'Alzheimer e la demenza possono derivare da un'intossicazione da mercurio che può essere causata dal mangiare troppi grandi pesci oceanici o da ripetute vaccinazioni.

Mercurio e analisi dei capelli

L'intossicazione da mercurio può essere valutata con un test di analisi dei capelli. Una situazione in cui i livelli di mercurio sono elevati, o i livelli di zinco sono troppo alti o troppo bassi, insieme al basso contenuto di sodio e potassio, può essere una prova molto chiara di intossicazione da mercurio nei tessuti molli. L'analisi dei capelli è un metodo migliore per provare l'avvelenamento da mercurio rispetto all'esame del sangue, poiché il sangue è il tessuto più protetto del corpo. Gli squilibri minerali e la presenza di metalli pesanti tossici sono relegati all'interno di cellule, organi interni e altri tessuti molli, al fine di proteggere il sangue che richiede reazioni chimiche precise per funzionare correttamente. Il capello funziona come una memoria che registra i livelli di minerali e la presenza di mercurio o altri metalli pesanti tossici per il periodo di un mese. Gli esami del sangue sono solo un'istantanea del momento preciso in cui è effettuato il test, il che rende molto difficile stabilire qualsiasi cosa. Per avere una rappresentazione chiara di ciò che sta accadendo nel sangue di una persona sarebbe necessario effettuare gli esami del sangue più volte al giorno per il periodo di una settimana. Inoltre questo esame non analizza la maggior parte dei tessuti molli, la cui situazione è indicativa di quanto sta accadendo a livello cellulare.
Sono stati progettati dei programmi di bilanciamento nutrizionale in base alle analisi dei capelli al fine di fornire la terapia più equilibrata ed efficace per aumentare la produzione di metallotioneina, glutatione e SAMe, per migliorare la capacità di disintossicazione del corpo dal mercurio presente in reni, cervello e nervi.

Mercurio e zinco

Il mercurio, avendo una struttura chimica molto simile allo zinco, tende a rimpiazzare lo zinco in molte reazioni enzimatiche per la produzione di energia che sono necessarie per la produzione di neurotrasmettitori, cellule immunitarie, e altre proteine del corpo, compresa la metallotioneina. Un'integrazione di solo zinco non sarà sufficiente ad aiutare adeguatamente il corpo a disintossicarsi dal mercurio, poiché lo zinco continuerà ad essere sfollato dal mercurio che è un metallo molto più pesante.
È necessario convincere i tessuti in cui è usato il mercurio a rilasciarlo e a prendere lo zinco al suo posto. Questo di solito richiede un adeguato supporto surrenale perché la presenza di mercurio aiuta a stimolare le nostre ghiandole surrenali a sentirsi piene di energia, quando in realtà ciò di cui realmente hanno bisogno è il riposo. La presenza di mercurio e di tutte le altre sostanze tossiche agisce come uno stimolante per le ghiandole surrenali, producendo una reazione di stress all'interno del corpo, che richiede la produzione di adrenalina, cortisolo ed altri ormoni surrenali che aiutano a sostenere i processi di disintossicazione previsti da tali tossine.
Disintossicandosi semplicemente dal mercurio, le ghiandole surrenali potrebbero collassare perché gli effetti stimolanti del mercurio non sarebbero più presenti. Questo può far sentire esausti e si può anche stare molto male. Ecco perché una analisi dei capelli è consigliata, affinché si possa progettare non solo di sbarazzarsi del mercurio o altri metalli pesanti, ma anche a guidare il processo di ricostruzione delle ghiandole surrenali con vitamina A, E, vitamine del gruppo B, acido folico, zinco, etc. Prendendo questi minerali senza aver effettuato l'analisi dei capelli può portare a gravi squilibri perché il dosaggio e i rapporti di questi minerali sono estremamente importanti per bilanciare il metabolismo e la funzione della tiroide, nonché contribuire a ripristinare in modo naturale le capacità di disintossicazione dal mercurio.


7 commenti:

  1. Ciao eco!
    Penso anche io che sia utile, soprattutto perché in Italia mi sembra si parli poco o niente di questo poblema. Tenendo conto che stanno cercando di intossicarci con metalli pesanti in ogni modo, questo post è utile perché fa capire per quale motivo il corpo (che non funziona a caso) decide ad un certo punto di produrre molta omocisteina. Tra l'altro penso sia utile anche ai vegani che hanno spesso problemi di omocisteina alta, e adesso sappiamo che non è detto che sia per una mancanza di B12 come troppo spesso si propaganda.
    In realtà non volevo dilungarmi così a lungo... :P
    Ciao! ;)

    RispondiElimina
  2. Ma i vegani mangiano pesce???? Come fanno ad intossicarsi da mercurio "soprattutto" i vegani?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuto toughboy!
      Farò come a scuola e ti do qualche dritta ;)
      1) Il mercurio non cresce nella pancia dei pesci. Se ci arriva, soprattutto in grosse quantità mai presenti prima nella storia, è perché qualcuno inquina il mare... e la terra... e...
      2) Il pesce non è certo l'unico modo per intossicarsi dal mercurio. Gli amalgami... i vaccini... termometri di vecchia generazione... lampade a risparmio energetico (di nuova generazione!)...
      3) Dai metalli pesanti non ci si disintossica molto facilmente. Anzi senza un protocollo da seguire i metalli pesanti non escono dal corpo completamente. Questo significa che anche se una persona ora non mangia pesce, ma per qualche motivo in passato si è intossicata (vaccini, amalgami o anche troppo pesce, del resto sono pochi quelli vegani dalla nascita), il mercurio sarà ancora presente nel suo corpo.

      Sono stato troppo buono a rispondere così?! ;)

      Elimina
    2. Grazie per la risposta! Avrei un'altra domanda: sono quasi vegano da un paio di mesi e da tempo ho scoperto di avere l'omocisteina alta dovuta anche ad una mutazione MTHFR in eterozigosi. L'omocisteina non scendeva neanche con pasticche di acido folico! Ora devo ripetere le analisi per vedere se è migliorata, ma secondo te devo prendere anche integratori di B12 per stare tranquillo? Pensi la situazione possa migliorare con dieta vegana o vegetariana con pochissimi formaggi e uova?
      Ciao e grazie ancora!

      Elimina
    3. Ciao toughboy,
      difficile dirlo, anche perché non sono medico e non mi intendo nello specifico di questa mutazione.
      Io però credo poco o niente alle mutazioni genetiche dovute al caso e congenite. Purtroppo i vaccini sono causa di diverse mutazioni genetiche che possono causare danni cronici visibili in là nel tempo, e praticamente mai questi saranno ricollegati ai vaccini.
      Detto questo, una disintossicazione, eventuali digiuni terapeutici (non improvvisati) e un corretto stile di vita a tutto tondo possono migliorare parecchio la situazione (financo a guarire perché no?).
      Ciò che ho imparato sulla mia pelle è che se non si prova non si può sapere. Prendi la B12 se vedi che l'omocisteina non scende, e poi rieffettua gli esami per vedere se è scesa.
      Una alimentazione crudista con prodotti il più artigianale e sani possibili aiuta a recuperare vitamine (compresa la B12) e sali minerali naturali. Se però mangiamo troppo cotto "ammazziamo" le vitamine, oppure se le verdure sono "spruzzate" e poi lavate a livello industriale con chissà quali sostanze per poi presentarcele belle e sane sui banconi dei supermercati e dei fruttivendoli sicuramente saranno parecchio denaturate di sostanze benevoli come la vitamina B12.
      Inoltre un'intossicazione cronica da metalli pesanti causa talmente tanti scompensi che non è possibile elencarli qui, tra questi è compreso anche uno squilibrio di B12 e omocisteina.
      Fammi sapere se vuoi, anche io ho problemi con l'omocisteina e la B12 che parzialmente si erano risolti quando ho eliminato gli amalgami.
      Ciao!

      Elimina
    4. Grazie per le tue celeri risposte e i tuoi consigli. Ti farò sapere, a presto!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...